Storia

La Nostra Storia

L’A.C. Ercolano 1924 nacque il 10 giugno 1924 come prima squadra di calcio ercolanese. La fondazione di questa squadra, come anche in moltissimi altri casi, fu dovuta ad un manipolo di tifosi ed appassionati di calcio ercolanesi capeggiati dai fratelli Calzerano. La prima fase della neonata squadra granata, quella che va dal 1925 al 1943, fu molto soddisfacente per i tifosi ercolanesi, infatti fino al periodo pre-bellico (II guerra mondiale) partecipò ottenendo ottimi risultati nella Promozione regionale. In passato ha militato a lungo in Serie C2 e lo stadio “Raffaele Solaro” ha visto giocare contro la formazione locale squadre come Palermo, Reggina e Catania.

Calciatori professionisti come Ciro Pezzella, Salvatore Matrecano, Gaetano Autiero, Antonio Langella ed Jone Spartano hanno iniziato la loro carriera giocando nell’Ercolano.

Nel corso della sua storia l’A.C. Ercolano 1924, a seguito dei numerosi avvicendamenti susseguiti alla guida della società, è stata più volte costretta a cambi di denominazione dovuti all’acquisto e cessione dei vari titoli sportivi. Il tutto è iniziato nella stagione di Serie D 2003-04 al termine della quale si è classificato tredicesimo vincendo gli spareggi salvezza e mantenendo quindi la categoria sul campo, ma crisi societarie hanno costretto il presidente Suarino a scambiare il proprio titolo sportivo di Serie D con quello di Eccellenza dei rivali di sempre della Turris, all’epoca denominata Gaudianum Torrese. Quindi nella stagione di Eccellenza 2004-2005 ha assunto la denominazione temporanea di Gaudianum Ercolanese e nella stagione successiva quella di Onlus Ercolanese. Al termine della stagione 2007-2008 l’Onlus Ercolanese, classificatasi al quattordicesimo posto, è retrocessa nel campionato di Promozione dopo aver perso i playout con l’A.S.D. Calcio Riop di San Giuseppe Vesuviano ma, acquisendo il titolo di quest’ultima, si è iscritta nuovamente al campionato di Eccellenza 2008-09 con una nuova denominazione temporanea: Riop Ercolanese. La stagione seguente (2009-2010) ha cambiato ancora denominazione, questa volta in Rita Ercolano.

Nella stagione calcistica 2010-2011 dopo un ottimo inizio di stagione (nelle prime sei gare, una sola fu la rete subita) con Vincenzo Onorato in panchina, la squadra pur continuando ad esprimere un bel calcio, non è riuscita ad ottenere i punti necessari per la salvezza. Nel gennaio 2011 (all’inizio del girone di ritorno) il responsabile dell’area tecnica Salvatore Righi ha lasciato la società portando via con sé molti giovani calciatori promettenti tesserati con la scuola calcio “Mariano Keller” di sua proprietà. Stessa sorte per mister Onorato che è stato sostituito in panchina da Alberto Savino prima e Paolo Langella poi, ma nessuno dei due allenatori è riuscito a salvare la squadra dalla retrocessione in Promozione.

Al termine della stagione 2011-2012, quando ha giocato nel campionato di Promozione (perdendo la semifinale play-off), il titolo sportivo è stato venduto all’A.S. Calcio Uomo Nuovo, quindi la città è rimasta per alcune settimane senza una squadra di rilievo in nessun campionato regionale fino a quando Gaetano Battiloro ha rilevato il titolo sportivo del San Sebastiano (appena retrocesso in promozione) cambiandogli denominazione in A.S.D. Granata 1924. Successivamente, per acquisire il nome della città di Ercolano, si è paventata l’ipotesi di fusione tra A.S.D. Granata 1924 e laA.S.S.C.D. Ercolanese (società militante nella stagione 2011-2012 in Seconda Categoria che di recente ha rinunciato all’iscrizione per la stagione 2012-2013), svanita poi per mancanza di accordi tra le due parti.

Il 25 luglio 2012 però le stesse persone che con Battiloro avevano portato il titolo del San Sebastiano ad Ercolano hanno acquistato il titolo sportivo d’Eccellenza del Città di Pompei iscrivendosi per la stagione 2012-13 nel massimo campionato regionale e mantenendo per un anno la denominazione “ASD Città di Pompei” con la promessa, da parte della nuova dirigenza, di cambiare ancora nome l’anno successivo definitivamente in ASD Ercolano 1924.

In tutti questi cambi di denominazioni, titoli e categorie, il titolo di Promozione denominato “Granata 1924”, inizialmente destinato ad Ottaviano e poi alla stessa Pompei, è rimasto a Battiloro che lo ha poi dato in gestione a Giuseppe Vivese, ex presidente del Rita Ercolano. Nella stagione calcistica 2012-2013 Ercolano avrà quindi due società, anche se al momento nessuna ufficialmente con il nome della propria città di appartenenza.

Durante l’estate 2013 però il titolo del “Città Di Pompei” viene ceduto al Giugliano ma il calcio in città non sparisce perché la società A.S.D. Atletico Vesuvio si sposta ufficialmente da San Giorgio a Cremano in quel di Ercolano ed assume la denominazione ufficiosa di A.S.D. Atletico Vesuvio Herculaneum. Con la vittoria del girone B di Promozione 2013-14 la società viene promossa in Eccellenza e dalla stagione 2014-15 cambia ufficialmente denominazione in A.S.D. A.V. Herculaneum 1924.